I sing the world electric

I sing the world electric is a series of sculptures made through an engraving process on mirrored metal sheets. The shapes engraved on these plates are all forms of light produced by human beings. These forms are a testimony of human life and the transformation it produces on the territories. All of us with our lives, our individual daily actions, generate forms that through electrically produced light (one of the symbols of modern civilization) get emanated into the sky and into space. These works are an attempt to give shape to light, an operation that is impossible in itself, and to give shape through light to the action of human life. The incisions are made through a technique developed by the artist that uses electric current to corrode metals, the same energy used to illuminate and transform the world. 

I sing the world electric è una serie di sculture realizzate attraverso un processo di incisione su delle lastre di metallo specchiate. Le forme incise su queste lastre sono tutte forme di luce prodotte dall’essere umano. Queste forme sono una testimonianza della vita umana e della trasformazione dei territori che questa produce. Tutti noi con la nostra vita, le nostre singole azioni quotidiane, generiamo delle forme e attraverso la luce prodotta elettricamente (uno dei simboli della civiltà moderna) emaniamo queste forme nel cielo e nello spazio. Queste opere sono quindi un tentativo di dar forma alla luce, un’operazione già di per sé impossibile, e attraverso la luce di dar forma all’azione del vivere umano. Rendere quindi in qualche modo visibile l’azione dell’uomo sul paesaggio e la sua trasformazione in forme antropomorfe.  Le incisioni sono realizzate attraverso una tecnica sviluppata dall’artista che utilizza la corrente elettrica per corrodere i metalli, la stessa energia utilizzata per illuminare e trasformare il mondo.